Il 20 e 29 maggio 2012

L’anno scolastico 2011-12 si è interrotto bruscamente, nel mese di maggio, a causa di due forti scosse di terremoto. La prima, alle ore 4,10 circa del 20/05, che ha causato qualche danno al piano superiore (residenza delle suore), e qualche crepa nella struttura della scuola.

Dopo una settimana di chiusura e la “messa in sicurezza” delle parti danneggiate, la scuola ha riaperto lunedì 28/05.

Martedì 29/05, alle ore 9,00, si è registrata una nuova forte scossa. A scuola erano presenti 98 bambini, tutti riuniti in salone con le insegnanti e la coordinatrice. Fortunatamente, la collaborazione immediata di tutto il corpo docente ha permesso una rapida evacuazione di tutti i bambini, nel cortile della scuola, senza tensione e agitazione in attesa dell’arrivo dei genitori.

Una parte della struttura, la piu’ antica, con l’ingresso principale, ha riportato gravi lesioni, in modo particolare al piano superiore, ed è stata dichiarata inagibile.

L’anno scolastico è stato interrotto bruscamente.

Il presidente, la coordinatrice e alcuni membri del consiglio di amministrazione,  si sono riuniti nella prima settimana di giugno, per organizzare un “servizio indispensabile” rivolto ai genitori che hanno espresso assoluta necessità di portare i bambini a scuola. Il consiglio docenti, si è riunito dando la massima disponibilità per accogliere il servizio proposto dall’amministrazione e per consegnare  gli elaborati dell’anno e gli effetti personali  alle famiglie e ai bambini.

terremoto 03Questi bambini sono stati accolti, nelle ultime due settimane di giugno e nelle prime tre di luglio dalla Scuola Materna “Sacro Cuore” di San Matteo della Decima, accompagnati, a rotazione, dalle insegnanti della nostra scuola.

L’amministrazione della Scuola Materna, considerata la gravità dei danni, ha reagito immediatamente, con l’obiettivo di restituire alla comunità la Scuola perfettamente ristrutturata, entro il mese di settembre. I primi giorni del mese di luglio (grazie anche alla disponibilità del Sindaco che ha agevolato l’inizio dei lavori) è stato aperto il cantiere per la ristrutturazione.

Oltre alla ristrutturazione dei locali, sono state apportate importanti migliorie: ogni aula è stata dotata di una porta antipanico per l’uscita di sicurezza. Il risultato è che oggi abbiamo una scuola ancora più bella e funzionale, grazie anche ad  aiuti e donazioni veramente numerosi, provenienti da diverse parti d’Italia!

Durante l’estate la scuola si è aperta alla comunità, accogliendo nel suo meraviglioso parco una parte delle attività del Centro Estivo, quella rivolta ai ragazzini dei primi anni della scuola primaria.

terremoto 02terremoto 01Dal 29/5 e ancora oggi, la scuola è diventata  il punto di riferimento della Parrocchia e per i crevalcoresi .

Il 4/06 alle ora 18,30  il Cardinale Carlo Cafarra, è venuto nella nostra scuola a celebrare la Santa Messa, in segno di solidarietà e di un’affettuosa vicinanza, incoraggiandoci ad aver fiducia e speranza nel Signore.

 

Il giorno 18 settembre  2012, con grande “STUPORE” per tutta la comunità, la scuola è stata regolarmente riaperta. Ma la GIOIA piu’ grande per ogni genitore è stata quella di ritrovare la scuola dei propri figli, piu’ bella e accogliente in cui si respirava e si respira,  un clima accogliente ricco di fiducia, solidarietà e speranza.

Settembre: progetto ACCOGLIENZA

…superiamo le paure…

terremoto 04All’inizio di settembre, le insegnanti hanno partecipato ad una giornata di formazione organizzata dal Comune di Crevalcore, per prepararsi ad affrontare le paure e le ansie di bambini e genitori conseguenti al terremoto.

Hanno così colto il suggerimento di affrontare insieme ai bimbi questo tema attraverso giochi, storie e attività .

Per introdurre ed accompagnare lo sviluppo di tale progetto, le insegnanti hanno scelto la storia di Guizzino, un piccolo pesciolino creato dalla fantasia di Leo Lionni che si ritrova solo, sperduto nell’oceano, terrorizzato dal grande pesce tonno che ha divorato la sua grande famiglia. Dopo i primi momenti di terrore e fuga, Guizzino inizia a guardarsi attorno, a scoprire le meraviglie del mondo acquatico e, nel momento in cui incontra un branco di pesciolini della sua specie, trova anche il modo di superare la paura: restare uniti, formando un enorme pesce rosso che spaventa anche i più grandi predatori! Il branco è presto messo alla prova ed il risultato è ottimo: il grosso tonno fugge ed i pesciolini scoprono che, restando uniti, si possono superare le più grandi difficoltà!

Il progetto, corredato di attività manuali, canti, giochi e attività di gruppo ha accompagnato tutto il periodo dell’accoglienza ed il grande mare con i pesciolini riuniti insieme per formare il grosso pesce, è ancora presente in tutte le sezioni della Scuola!

Ultima modifica il Martedì, 22 Gennaio 2013 23:09